Per offrirti il migliore servizio possibile questo sito utilizza cookies.
Puoi visualizzare, modificare e aggiornare tutte le informazioni riguardanti le tue preferenze anche cliccando il link seguente: Cookie Policy & Privacy Policy

Rimani aggiornato sulle notizie del settore

data

18-08-2021

Cosa fa il tecnico audioprotesista

Requisiti, compiti e formazione di un tecnico audioprotesista

Cosa fa il tecnico audioprotesista

Come è noto, gli apparecchi acustici odierni sono sempre più tecnologici e invisibili, per recare il minor disagio possibile agli utenti che gli indossano. Se gli studi tecnologici per la realizzazione di questi apparecchi sta progredendo così velocemente, è naturale pensare che anche la formazione dei tecnici audioprotesisti deve procedere di pari passo. In questo articolo scopriremo cosa fa il tecnico audioprotesista e come aiuta i pazienti nel loro percorso di recupero dell’udito.

 

Quando rivolgersi ad un tecnico audioprotesista

Un apparecchio acustico può correggere patologie dell’apparato uditivo come: anacusia, ipoacusia, acufene, calo dell’udito. Non sono solo gli anziani a rivolgersi ad un audioprotesista per una consulenza, ma persone di tutte le età, anche i bambini. I problemi di udito possono infatti riguardare chiunque ed essere causati da sordità congenita, malformazioni del canale uditivo, traumi, incidenti, infezioni, danni all'apparato uditivo causati da un'eccessiva esposizione ai rumori o dall'inquinamento acustico.

 

I compiti del tecnico audioprotesista

Il principale compito di un tecnico audioprotesista è quello di trovare la soluzione audioprotesica (apparecchio acustico) più adatta al paziente che ha in cura. A questo si aggiunge l’adattamento dell’apparecchio e il controllo dei presidi protesici per la prevenzione e correzione dei deficit uditivi. Prima di tutto l’audioprotesista esegue un test dell’udito che fornisce come risultato un audiogramma in grado di evidenziare la soglia uditiva del paziente. Per la costruzione dell’apparecchio giusto invece, il tecnico audioprotesista rileva l’impronta del condotto uditivo esterno tramite una sostanza specifica. Una volta pronta l'impronta viene inviata a un laboratorio specializzato che replica la struttura dell'orecchio. 

 

Requisiti di un tecnico audioprotesista

Un tecnico audioprotesista non deve solo rispondere a requisiti tecnici, formativi o esperienziali. Deve essere in grado di creare un rapporto di massima fiducia con i pazienti, sviluppare qualità come empatia e comprensione, al fine di raggiungere insieme la risoluzione di un disturbo psicologicamente difficile. Queste qualità servono a garantire al paziente un’assistenza adeguata nel caso in cui avesse domande, problemi o regolazioni successive all’installazione dell’apparecchio acustico.

 

La formazione professionale di un tecnico audioprotesista

Quello di un tecnico audioprotesista è un lavoro di grande responsabilità che richiede una preparazione mirata e studi dedicati. Per diventare audioprotesista è necessario completare la laurea triennale in “Tecniche Audioprotesiche”. Contemporaneamente al percorso formativo è possibile svolgere l’attività professionale affiancati da un tecnico professionista. Oltre a questi requisiti, un buon tecnico audioprotesista non deve mai abbandonare la formazione: è possibile seguire corsi ECM specifici.

 

Audilan è il software gestionale per i centri acustici indipendenti che vuole facilitare il lavoro e le mansioni del tecnico audioprotesista. 

Contattaci per maggiori informazioni!

 


 

Richiedi la demo gratuita

* Campi obbligatori

Consenso al trattamento dei dati personali in base al regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016 (GDPR)
×