Per offrirti il migliore servizio possibile questo sito utilizza cookies.
Puoi visualizzare, modificare e aggiornare tutte le informazioni riguardanti le tue preferenze anche cliccando il link seguente: Cookie Policy & Privacy Policy

Rimani aggiornato sulle notizie del settore

data

28-07-2021

Come funziona un apparecchio acustico

Caratteristiche e categorie degli apparecchi acustici

Come funziona un apparecchio acustico

Il compito di capire quale apparecchio acustico si adatta al livello di sordità del paziente riguarda i tecnici audioprotesisti. Come in molti sanno, gli apparecchi acustici sono piccoli dispositivi elettronici che vengono posizionati nell’orecchio per garantire ai pazienti il recupero parziale o totale del loro udito. Ciò che incuriosisce maggiormente però, il loro funzionamento è capire  come riescono questi piccoli dispositivi ad aiutare i pazienti nel recupero delle loro capacità uditive. In questo articolo vedremo come funzionano gli apparecchi acustici e scopriremo tutte le tipologie attualmente disponibili nel mercato.

 

Apparecchi acustici analogici e digitali

Gli apparecchi acustici si distinguono essenzialmente in analogici e digitali. La differenza principale riguarda l’elaborazione del segnale sonoro. 

Nel caso degli apparecchi acustici analogici, i segnali vengono rilevati dall’ambiente circostante e vengono poi riprodotti. Gli apparecchi acustici digitali, invece, trasformano il suono in informazioni elettroniche e i segnali irrilevanti vengono scartati, trasmettendo solo quelli significativi. Inoltre permettono di ridurre la rumorosità ambientale così da migliorare la percezione del suono anche quando c’è un forte rumore di fondo. La qualità di questa soluzione, dipende dal software progettato dalla casa costruttrice. La componente software è quella che ricopre il ruolo di protagonista sulla qualità e sulla capacità di discriminare le frequenze ottimali perché il paziente possa tornare a sentire in modo soddisfacente.

 

Apparecchi acustici retroauricolari ed endoauricolari

Gli apparecchi acustici retroauricolari si indossano dietro al padiglione auricolare e sono dotati di una chiocciola su misura o universale. Nel caso di questi apparecchi il suono raggiunge l'orecchio mediante un tubicino in silicone. Questa tipologia di apparecchi acustici è indicata per tutte le perdite uditive. Gli apparecchi acustici endoauricolari vengono indossati dentro l’orecchio e hanno il grande vantaggio di essere praticamente invisibili. Si tratta di apparecchi realizzati su misura e disponibili in diversi formati. Data la loro dimensione ridotta potrebbero non essere adatti a compensare tutti i deficit dell’udito. Come per gli apparecchi acustici retroauricolari, ci sono modelli diversi per la risoluzione di problemi uditivi differenti. 

Per scoprire nuove informazioni sul mondo delle protesi acustiche e dei centri acustici indipendenti consulta il nostro blog!


 

 


 

Richiedi la demo gratuita

* Campi obbligatori

Consenso al trattamento dei dati personali in base al regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016 (GDPR)
×