Newsletter n°5/2019 – Aggiornamenti Luglio 2019

Newsletter n°5/2019 – Aggiornamenti Luglio …
Luglio 2019

AudiLan
Il Software degli Audioprotesisti per gli Audioprotesisti

Carissimi amici,

Con questo aggiornamento vi comunichiamo l’introduzione dell’utilizzo del lettore CODICE a BARRE che può essere utilizzato da voi in Audilan per:
  • Registrazione dei dati di un Cliente (codice fiscale)
  • Ricerca per matricola nei magazzini e nelle estrazioni
  • Inserimento di DDT di entrata/uscita
  • Inserimento matricole nei magazzini
  • Scelta dell’apparecchio in Scheda Tecnica tramite matricola
  • Scelta dell’apparecchio in Scheda economica tramite matricola

Lettore Codice a Barre

Il lettore che noi abbiamo testato è il NETUM NT-2012 1D con cavo e connessione USB, è un modello economico (15/20€) collegabile a qualsiasi PC che disponga di porte USB, è un lettore universale che riconosce tutti i principali formati disponibili (inclusi, ma non esclusivi il codice fiscale, i codici a barre di apparecchi, accessori e pile) e permette di configurare la lettura senza caratteri di fine riga.

Se utilizzate un vostro lettore o comunque decidete di prendere uno più evoluto, dovete fare attenzione alle seguenti caratteristiche:

  • poter leggere i codici a barre nel formato utilizzato dal\dai fornitori del Vostro Centro Acustico (la maggior parte dei lettori sono universali e riconoscono tutti i principali formati di codifica a barre).
  • poter essere configurato per rimuovere i caratteri di fine linea e ritorno a capo (suffisso aggiunto dal lettore). Ideale poterli completamente rimuovere (i caratteri che creano problemi sono CR, LF, CR+LF,CRLF).
la configurazione di queste caratteristiche dipende dal modello di lettore dei codici a barre scelto e va effettuata per ciascun lettore: non è una funzionalità del nostro software, ma dell’hardware che andrete a scegliere.
Un arrivederci alla prossima con nuovi e altri interessanti funzioni che arricchiranno sempre di più il vostro gestionale e un grande grazie per la fiducia che ci state dedicando.
Un caro saluto.
Massimo Lanotte